abbazie.com

abbazia di Montecassino

abbazia di Montecassino

L'ozio è il nemico dell'anima

il bombardamento del 15 febbraio 1944

In un millennio e mezzo l'abbazia di Montecassino è stata distrutta ben quattro volte, tre per mano degli uomini ed una per cause naturali.

La prima distruzione avvenne tra gli anni 577 e 589 ad opera dei Longobardi.

La seconda distruzione nell'883 ad opera dei Saraceni.

La terza distruzione nel 1349 a causa di un terremoto ... quindi un evento natuale

La quarta tra il 15 e il 18 febbraio del 1944 a causa dei bombardamenti Alleati.

Cassino


Pensare che Cristiani abbiano deciso di distruggere volontariamente una delle più importanti (per lo scrivente la più importante) abbazia Europea è un atto senza giustificazione.

Probabilmente il bombardamnento dell'abbazia di Montecassino è il peggior atto sacrilego verso la Cristianità del XX secolo.

Ma la cosa più scellerata è la giustificazione data molti anni dopo dal Generale Alexander:



Il bombardamento dell'Abbazia di Montecassino era necessario più per l'effetto che avrebbe avuto sul morale degli attaccanti che per ragioni puramente materiali.

Quando i soldati combattono per una causa giusta e sono pronti ad esporsi alla morte ed alle mutiliazioni in questa lotta, mattoni e calce, per venerabili che siano, non possono prevalere sulle vite umane.

Nel contesto generale della battaglia di Cassino come si poteva lasciare intatta una struttura che dominava il campo di battaglia.

Generale Harold Alexander


Noi rispondiamo al farneticante pensiero del Generale Alexander con il titolo del dipinto di Francisco Goya "Il sonno della ragione genera mostri".

I numeri da soli chiariscono la follia voluta da Alexander e dall'ottuso Generale Neozelandese Barone Bernard Freyberg

Cassino


Ad oggi non si sa esattamente quante furono le perdite complessive nel corso delle quattro battaglie di Montecassino, perchè questo numero ancora aumenta, visto che si continuano a recuperare corpi di soldati morti.

E' comunque realistico pensare a circa 107'000 soldati caduti provenienti da 32 nazioni diverse, di cui almeno:

32'000 Tedeschi

27'000 Americani

26'000 Britannici

7'200 Francesi

4'000 Polacchi (dato della sola quarta battaglia)

3'000 Maori Neozelandesi (dato della sola terza battaglia)

1'700 Indiani (dato della sola terza battaglia)

Civili a parte, anche noi Italiani avemmo le nostre perdite con 398 soldati appartenenti al corpo di liberazione.


Non vogliamo fare facile retorica, ma, anche se non siete polacchi, durante la visita all'abbazia fermatevi una mezz'ora al Cimitero Polacco per capire, nel silenzio delle tombe, cosa fu la battaglia di Montecassino.


abbazie.com

Tu sei il nostro



visitatore dal 01/05/2002









Lascia i tuoi commenti sulla nostra pagina

Abbazie / Google+