Il tempo passa e l'Eternità si avvicina

abbazie.com

San Michele Arcangelo



Le feste e le chiese di San Michele Arcangelo

Il culto di San Michele Arcangelo era molto sentito nell'Europa pre rinascimentale tanto che circa la metà delle chiese presenti erano a Lui dedicate.

A San Michele "Chi come Dio?" è attribuito il titolo di Arcangelo, lo stesso titolo con cui sono designati Gabriele "forza di Dio" e Raffaele "Dio ha curato".

La festa di San Michele Arcangelo si tiene il 29 settembre (data dell'apparizione del 493) insieme a quella dei "colleghi Arcangeli" sopra citati.

In molte località viene festeggiata anche l'8 maggio, data della prima apparizione di San Michele Arcangelo avvenuta nel 490.

Abbazia di San Michele Arcangelo a Rionero sul Vulture

Abbazia di San Michele Arcangelo a Rionero sul Vulture

Questa festa fu istituita dal papa Pio V nella seconda metà del XV secolo.

Di seguito si alcun citano chiese in Umbria, Toscana, Campania, Abruzzo, Puglia e Sicilia a tutt'oggi dedicate a San Michele Arcangelo.


Cappella di Castel Sant'Angelo (RM)

Abbazia di San Michele Isola di Procida (NA)

San Michele a Monte Sant'Angelo (FG)

San Michele a Sant'Angelo di Cortona (AR)

San Michele a Narni (TR)

San Michele a Paganico (GR)

San Michele a Panicale (PG)

San Michele a Vallecorsa (FR)

Chiesa di San Michele Arcangelo a Lucca

Collegiata di San Michele Arcangelo a Città Sabint'Angelo (PE)

Chiesa di San Michele a Castiglion del Bosco (SI)

Chiesa di San Michele Arcangelo a Cagliari in via Ospedale

Chiesa di San Michele Arcangelo ad Aprilia (LT)

Abbazia di San Michele Arcangelo a Rionero in Vulture - Monticchio (PZ)

Chiesa di San Michele Arcangelo a Bascapè (PV)

Abbazia di San Michele Arcangelo a Montescaglioso (MT)

Abbazia di San Michele Arcangelo a Montescaglioso (MT))

Abbazia di San Michele Arcangelo - Montescaglioso (MT)

Una curiosità

Le statue di San Michele Arcangelo si trovano sul perimetro delle chiese o sulle guglie dei campanili, perchè San Michele è il guardiano protettore delle chiese dal Diavolo.



San Michele Arcangelo è il Patrono di circa 60 località italiane tra cui ci sono note:

Albenga (SV)

Alghero (SS)

Bastia Umbra (PG)

Bitetto (BA)

Caserta

Cuneo

Gravina di Puglia (BA)

Gualdo Tadino (PG)

Isola di Procida (NA)

Panicale (PG)

Sant'Angelo a Fasanella (SA)

Vallecorsa (FR)

Vasto (CH)


Nel centro storico di Sant'Angelo d'Ischia (NA) c'è la Chiesa di San Michele Arcangelo. La chiesa è Parrocchia dal 1913. Ha tre altari, due lapidi sepolcrali e la statua di San Michele.

Grazia Castagna

la Chiesa di San Michele Arcangelo a Sant'Angelo d'Ischia

Chiesa di Sant'Angelo d'Ischia foto di Grazia Castagna



Nel Gargano c'è un altro luogo dedicato all'Arcangelo Michele.

Si trova nei pressi di Cagnano Varano.

A circa settanta metri sul livello del mare, a quattro km dal paese, si trova la grotta dedicata a San Michele.

In questa grotta l'Arcangelo apparve ancora prima che a Monte Sant'Angelo.

Il piccolo ingresso è sormontato da una nicchia, e la statua di San Michele ti da il benvenuto.

Percorso il vialetto ricco di verdi oleandri, si entra nella grotta delimitata da un bianco muro su cui spiccano rami di fico d'india.

La grotta è molto simile a quella di Monte Sant'Angelo, solo un pò più piccola.

Qui c'è silenzio, puoi sentire l'energia del luogo, il respiro della roccia, il profumo dell'acqua.

Abbiamo avuto la fortuna di essere dentro da soli, nel silenzio, alla luce delle candele, nella penombra.

Se a Monte Sant'angelo senti la potenza di Michele, qui sei avvolto dal suo abbraccio.

Il pavimento è antico, solcato da incisioni di mani e piedi, lasciate dai fedeli prima di partire per la guerra o al ritorno di un'impresa difficile.

In alcuni punti emergono stalagmiti e dal soffitto scendono stalattiti.

Tutto è quasi irreale, antico, profondo.

Dietro l'altare, c'è una polla di acqua talmente limpida che pare invisibile.

La gente del luogo la descrive come un'acqua miracolosa per i problemi della vista.

E' un'acqua di guarigione e qui è salvaguardata e amata come cosa sacra..

C'è un recinto con un piccolo cancello.

Grazie a questo luogo, dove la roccia racconta, dove la terra si fonde col cielo.

Quando siamo usciti pioveva ma, nel nostro cuore c'era il sole.

Tiziana Shanti Degregori



Dino Masetto ci ha inviato questo bel ebook sulla chiesa di San Michele Arcangelo a Sant'Angelo sul Sile in provincia di Treviso.



Se siete a conoscenza di una chiesa o di una pieve dedicata a San Michele Arcangelo ed in cui è presente una tela, un affresco od una statua che lo raffigura?

San Michele Arcangelo è il Patrono della Vostra città o Paese?

Inviateci una Vs email a webmaster@abbazie.com con una breve recensione (max 22 righe) con una o due foto e, se adatta, la pubblicheremo indicandone la fonte di provenienza.



Vi segnalo il Monastero delle Clarisse di "San Micheletto" così detto perchè sorgeva all'interno delle mura della città di Lucca e per distinguere quindi la relativa chiesa da quella più grande di San Michele e sita, appunto, in piazza San Michele.

Oggi il Monastero è in localit√† Monte San Quirico, sempre nella città di Lucca, ma ha mantenuto il nome San Micheletto.

Presso il Monastero c'è una bella statua di San Michele Arcangelo e le Clarisse venerano San Michele, sul l'insegnamento di San Francesco, devoto anche agli altri Arcangeli e Angeli.

Tipico della devozione Francescana è infatti la Coroncina Angelica.

Antonella Frizilio



San Michele Arcangelo è Santo Patrono di Sant'Angelo a Fasanella (SA), piccolo comune dell'entroterra Salernitano, situato ai piedi del massiccio montuoso degli Alburni, nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

la Chiesa rupestre di San Michele Arcangelo alla Fasanella - Foto di Eugenio Bonavoglia

la Chiesa rupestre di San Michele Arcangelo alla Fasanella


A Sant'Angelo a Fasanella il culto per San Michele si è tramandato nei secoli ed a sua devozione vi è da sempre una grotta, molto suggestiva e per le bellezze naturali e per l'arte sacra, detta anche Chiesa Rupestre.

Eugenio Bonavoglia



A Rutino Cilento (SA) c'à una chiesa dedicata a San Michele Arcangelo.

La festa in onore del Santo si tiene la seconda domenica di Maggio e la particolarità consiste in una meravigliosa rappresentazione della lotta contro il demonio: un angelo, sospeso in aria grazie ad una carrucola, manifesta e loda il nome di Dio quando viene interrotto dal demonio il quale, minacciando di distruggere il paese, intima al Santo di andare via.

L'affronto si conclude con un duello (estremamente realistico) dove il demonio soccombe e si ritira definitivamente negli inferi.

Tutta la rappresentazione si produce in due atti separati attraverso la recitazione di un testo ultracentenario.

Antonio Voria



Vi scrivo per informarvi che a Bitetto in provincia di Bari c'è una cattedrale romanica bellissima dedicata a San Michele Arcangelo, con un quadro enorme sull'altare che lo raffigura e al cui interno si trova una statua placcata d'oro del santo, che tra l'altro è il patrono protettore di Bitetto.

Michele



Vi voglio segnalare questa parrocchia dedicata a San Michele si trova a Calino (Bs) in Franciacorta

Giuseppe Vezzoli



San Michele Arcangelo è il patrono del mio paese natio, Gravina in Puglia in provincia di Bari.

In un singolare paesaggio rupestre, intorno all'anno 1000, viene ricavata nella roccia calcarea una chiesa-grotta dedicata all'Arcangelo Michele, certamente la prima cattedrale di Gravina.

La volta, monolitica e piana, è sorretta da quattordici pilastri che congiungendosi formano archi rudimentali.

Nelle absidi, appena abbozzate sul fondo della grotta, sono presenti gli affreschi del Cristo Pantocratore e Santi.

Sugli altari, di epoche successive, sono collocate la statua in pietra del Gargano di San Michele, al centro, e quelle in gesso degli Arcangeli Gabriele e Raffaele ai lati.

In una grotta adiacente la chiesa, sono tutt'ora visibili i resti umani dei gravinesi trucidati dai saraceni nell'anno 999.

Durante la festività di "San Michele delle grotte", che si tiene 8 Maggio tutto il rione di Fondovito, dove si trova la chiesa-grotta, si veste a festa.

Arch. Rosa Alessandrino



Ad Altamura (Ba) esiste un esempio di chiesa rupestre, intitolata a Sant'Angelo di Larizza.

Essa è scavata in una grotta ad imitazione del sacro speco del Gargano.

E' suddivisa in tre navate in una delle quali si conserva, in un pozzo attiguo, l'acqua miracolosa.

Sempre all'Arcangelo è dedicata un'altra chiesa rupestre di Altamura, inserita all'interno della masseria "Iesce", antica stazione di posta della via Appia.

La cripta, edificata nel tufo, a navata unica, presenta due altari di cui uno centrale mentre l'altro, a nicchia, è situato sul lato sinistro.

Sono visibili due cicli di affreschi il più antico dei quali è fatto risalire al XIII secolo.

Chiaramente riconoscibili sono: il Cristo Pantocratore con la Vergine e Giovanni Battista ai lati, la Madonna in Trono con Gesù benedicente, Arcangelo Michele nell'atto di uccidere il drago e San Nicola Pellegrino che regala mele ai fanciulli.

Il secondo ciclo di affreschi risale al 1664 ed è attribuito a Didacus De Simone.

Rappresenta Cristo Crocifisso e San Tommaso, l'Arcangelo Michele, i santi Pietro, Paolo e Domenico, San Francesco d'Assisi, Santa Beatrice e momenti della vita di Gesù.

Arch. Rosa Alessandrino



Le comunico che sul Monte Aureo o sant'Angelo a Tre Pizzi (provincia di Napoli, attuale monte Faito) nel sec. VI ci fu l'apparizione di san Michele Arcangelo ai santi Catello, vescovo di Stabia (ora Castellammare di Stabia) e a Sant'Antonino Abate (il patrono di Sorrento).

L'arcangelo chiese loro di costruire sul monte Aureo (poi Sant'Angelo) un Santuario.

Sant'Angelo sul Monte Faito


Il santuario, andato distrutto per l'ingiuria del tempo e degli uomini, agli inizi del sec. XX è stato ricostruito sulla vetta detta monte Cercasole sul Faito.

Distinti Saluti

Catello Malafronte, rettore del santuario San Michele sul Faito



Comunico che sono a conoscenza di tre Chiese dedicate a San Michele Arcangelo:

Una si trova in una località che si chiama Gallo, in campagna, zona limitofa di San Pietro in Amantea nella provincia di Cosenza dove c'è una bellissima statua di San Michele Arcangelo che ha una bilancia in mano come se dovesse pesare le anime e dare a loro un giusto giudizio.

Si celebra il 29 settembre San Michele durante la processione viene fermato per devozione in tutte le case di quella campagna in suo onore si organizza una bella festa popolare ed i fuochi d'artificio.

Un'altra a Campore, zona limitofa di Salsomaggiore Terme (PR), anche in questa piccola chiesa si festeggia il 29 settembre con la celebrazione del vescovo e la processione per le vie del paese;

L'ultima si trova a Fidenza.

Grazie per il sito dedicato a San Michele Arcangelo, è molto bello diffondere il Suo Culto.

Distinti saluti Tiziana Naccarato



Ciao ho visto le belle foto e vi invio la foto della Sacra di San Michele in Val di Susa (TO), che forse non è molto conosciuta, ma sinceramente è uno spettacolo, come dice la leggenda è nella giustà metà tra il Santuario di San Michele del Gargano e quello francese Di Mount San Michel in Normandia.

Pier Luigi Petroni - Saltocchio (Lucca)



Questa è la statua di San Michele Arcangelo posta da poco all'ingresso della "Sacra di San Michele" in Val di Susa, eletta monumento simbolo dalla Regione Piemonte.

E' un convento e chiesa architettonicamente molto arditi e di grande suggestione religiosa ora tenuta dai frati Rosminiani.

Peccato non citarla nel sito.

Le foto non rendono assolutamente la grandezza e bellezza della statua.

Cordiali saluti

Camillo Quattrin



In un piccolo paesino in provincia di Siracusa, di nome VILLASMUNDO, si festeggia San Michele Arcangelo, ogni anno nel mese di maggio.

All'interno della chiesa, a Lui dedicata, si può ammirare una statua dell'Arcangelo, molto bella.

Pinuccia Iannello



La statua di San Michele alla Sacra di San Michele

La statua di San Michele alla Sacra di San Michele





Versione web - aggiornamento 3.0

abbazie.com

Tu sei il nostro



visitatore dal 01/05/2002









Lascia i tuoi commenti sulla nostra pagina

Abbazie / Google+