Il tempo passa e l'Eternità si avvicina

abbazie.com

San Romualdo ed i Camaldolesi

Eremo e monastero di Camaldoli

Un'oasi di pace e meditazione

San Romualdo

San Romualdo nacque a Ravenna nella seconda metà del secolo decimo (circa tra il 951 ed il 953).

A circa vent'anni abbracciò la Regola di San Benedetto nel monastero di Sant'Apollinare in Classe.

Ma San Romualdo non si limitò all'applicazione della Regola Benedettina ne fece un'evoluzione proponendo oltre al classico monastero (benedettino) anche l'eremo tipico della dalla spiritualità orientale.

San Romualdo tradusse questa accoppiata con l'equazione

cenobio = vita comune

San Romualdo


San Romualdo riprende, in occidente, l'esperienza antica della meditazione delle Scritture nel silenzio della cella eremitica associata però alla vita comune del monastero.

Mai domo nella sua opera di riformatore girò per oltre trent'anni l'Europa predicando il suo stile di vita.

E, per essere un Santo che predicava la solitudine ed il silenzio, a Lui sicuramente si devono:

Cella di San Romualdo


San Romualdo morì il 19 giugno 1027 in una cella dell'abbazia di Val di Castro, fondata dal Santo nel 1009 vicino a Frasassi (Ancona).

Qui venne sepolto anche se poi nel 1481 le sue spoglie furono traslate nella chiesa dei Santi Biagio e Romualdo a Fabriano dove tuttora giacciono.

San Romualdo fu canonizzato, nel 1032, da Papa Giovanni XIX e fu dichiarato Santo, nel 1595, da Papa Clemente VIII.

Il Martirologio Romano ne celebra la memoria il 19 giugno.


abbazie.com

Tu sei il nostro



visitatore dal 01/05/2002









e per restare in contatto con Noi

Instagram

seguici su Instagram