abbazie.com

Camaldoli Casamari Farfa Farneta S.Salvatore S.Antimo

Sito laico di religione Cattolica e storia medioevale

Fonte Avellana La Verna Monte Oliveto Montecassino Sacra San Michele Vallombrosa

Il tempo passa e l'Eternità si avvicina

l'abbazia di Farfa

l'abbazia di Farfa

Farfa la storia la visita

Cosa vedere

La Basilica di Santa Maria di Farfa

L'abbazia di Farfa che vediamo oggi è sostanzialmente quella che venne modificata durante la Commenda dei Principi Orsini.

La chiesa originaria (il cui ingresso era ove ora si trova l'ufficio informazioni) venne ruotata di 90° in senso orario ed arricchita con numerosi affreschi rinascimentali tra cui un grandissimo Giudizio Universale.

l'abbazia di Farfa

Non sappiamo se fu durante questa ristrutturazione che venne demolito il secondo campanile.

La storia ci dice che la nuova Basilica di Santa Maria di Farfa fu consacrata nel 1496.

Abbazia di Farfa

La Basilica di Santa Maria di Farfa non è particolarmente grande o monumentale.

All'ingresso si vede, sopra il portale romanico nella lunetta, un affresco quattrocentesco rappresentante la Vergine con Bambino tra Santi.

Sopra la lunetta si vede lo stemma di Vincenzo Maria Orsini, lo stesso stemma che poi vedremo all'interno sul soffitto a cassettoni.

Farfa Lunetta e stemma Orsini

Al suo interno si trova una grande navata centrale e due piccole, e basse, navate laterali divise da due filari di colonne ioniche.

Come già detto imponente, anche se poi è scarsamente illuminato, è il grande olio su muro posto sulla parete di fondo rappresentante il Giudizio Universale dipinto nel 1561 dal pittore fiammingo Henrik van der Broek (probabilmente lo stesso artista che negli stessi anni ha affrescato il Santuario di Mongiovino in Umbria).

Un po' dappertutto si trovano affreschi del XVI e XVII secolo rappresentanti i fondatori dell'abbazia ovvero San Tommaso di Morienna e San Lorenzo Siro, oltre che a San Benedetto, sua sorella Santa Scolastica e tante Storie della Vergine.

Farfa Giudizio Universale

Andando con ordine si trovano:

Cappelle di destra


- Crocifissione (copia da Francesco Trevisani)

- Madonna col Bambino e due Angeli detta la Madonna di Farfa. Questa immagine della Madonna è venerata fin dal XIII secolo ed è stata ricoperta nel XIX secolo da una lamina d'ottone sbalzata che ne lascia visibili i soli volti.

Madonna di Farfa

Sotto la Madonna di Farfa si trovano i resti mortali del Beato Placido Riccardo (1844 - 1915) beatificato da Pio XII nel 1954.

Beato Placido Riccardo
Beato Placido Riccardo

Cappelle di sinistra


- Sant'Orsola dipinta da Orazio Gentileschi

- Madonna con Bambino dipinta da Orazio Gentileschi

Madonna con Bambino di Orazio Gentileschi

- Crocifissione di San Pietro dipinta da Orazio Gentileschi

- le lunette delle cappelle cono attribuite ad allievi della scuola di Orazio Gentileschi

Madonna di Farfa Madonna di Farfa Madonna di Farfa

Transetto di destra

- Madonna con Bambino tra Santi

Transetto di destra


- San Tommaso di Morienna e San Lorenzo Siro

Interessanti sono i vari soffitti a partire dalle grottesche della scuola degli Zuccari che abbelliscono sia i transetti che il coro.

Farfa stemma Orsini

Bellissimo è il soffitto a cassettoni del 1494 / 1496 con al centro un grande stemma di Vincenzo Maria Orsini.

Farfa soffitto a cassettoni

Le navate

La chiesa ha il classico schema con tre navate e due transetti ed un abside affrescato.

La datazione delle navate, tetto, parete di ingresso e transetti è tra il 1494 e il 1496.

La navata centrale

Sulla parete di fondo c'è il citato Giudizio Universale

Navata centrale
Giudizio Universale

Le Navate

i transetti
I transetti

Abside
l'abside

L'altare maggiore

L'altare maggiore è databile con la consacrazione del 1496.

Altare maggiore
Altare maggiore

Altare maggiore
Altare maggiore

I pavimenti della chiesa antica

Nella zona del transetto davanti all'altare maggiore è visibile una parte del pavimento originario della chiesa del IX secolo.

Abbazia di Farfa - pavimento

Quando camminate nella chiesa notate che il pavimento non è piano, ma degrada verso l'abside.

Abbazia di Farfa - pavimento

Addirittura nella parte finale c'è uno scivolo di raccordo.

Abbazia di Farfa - pavimento

Noi abbiamo fermato qui la nostra visita alla chiesa abbaziale e abbiamo finito la nostra giornata con una passeggiata per Farfa.

Infatti non era possibile visitare (motivi statico / strutturali) la cripta del VII - VIII secolo.

Abbazia di Farfa - pavimento

Per la visita alle altre parti dell'abbazia era invece necessario essere accompagnati da una guida.

Cosa non abbiamo visto?

Il Chiostro piccolo Longobardo, il Chiostro grande, la biblioteca dell'abbazia, il museo archeologico (sulla cultura dei Sabini) e con la pinacoteca con tele del rinascimentali.

AugurandoTi una buona visita al sito ... Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com. Qui di seguito alcune offerte last minute per i prossimi due giorni su alcune delle strutture presenti nelle vicinanze di Farfa

Booking.com