abbazie.com

Camaldoli Casamari Farfa Farneta S.Salvatore S.Antimo

Sito laico di religione Cattolica e storia medioevale

Fonte Avellana La Verna Monte Oliveto Montecassino Sacra San Michele Vallombrosa

Il tempo passa e l'Eternità si avvicina

la Certosa del Galluzzo

la Certosa del Galluzzo

Certosa Galluzzo la visita

una vita nel silenzio

La Certosa del Galluzzo di Firenze è strutturata come un castello feudale ed anche il suo aspetto esteriore la rende più simile ad una fortezza degli uomini piuttosto che ad un luogo di fede.

La costruzione della Certosa fu iniziata nel 1341 per volontà del fiorentino Niccolò Acciaiuoli che ne voleva fare una cittadella della cultura e della fede atta ad accogliere 12 giovani fiorentini da avviare agli studi umanistici.

E si perchè la Certosa originaria era dimensionata per contenere solo 12 monaci.

Certosa del Galluzzo
Certosa del Galluzzo

Abbastanza famoso nel suo tempo l'Acciaioli fu grande amico del Boccaccio e del Petrarca e, in generale, un grande amante della cultura, dell'arte e delle donne.

Comunque l'Acciaioli fu un uomo d'arme e di corte che fece carriera, lontano da Firenze, nel regno di Napoli diventandone il Gran Siniscalco.

Niccolo Acciaiuoli
Niccolò Acciaiuoli

Niccolò Acciaiuoli morì nel 1365 ed i lavori di costruzione della Certosa non erano ancora del tutto completati.

Come spesso accade quando il mecenate muore, i finanziamenti si interruppero, ma la Certosa potè, anche se incompleta, iniziare a funzionare.

La Certosa del Galluzzo di Firenze
l'ingresso

I lavori non erano del tutto terminati che già iniziarono le attività di ristrutturazione ed a procedere anche con sostanziali modifiche.

Nel XV fu ricostruito il Chiostro Grande, mentre nel XVI furono sistemati i due scaloni (oggi se ne vede solo uno ... l'altro fu abbattutto con i restauri del secolo scorso), la foresteria e altre opere minori.

Chiostro Grande
Chiostro Grande

Negli anni tra il XVII ed il XVIII la Certosa del Galluzzo di Firenze si arricchì di opere d'arte facendola diventare sempre più bella.

Chiesa di San Lorenzo
Chiesa di San Lorenzo

Nel 1810 Napoleone, oltre a mettere a ferro e fuoco mezza Europa, occupò anche la Certosa del Galluzzo con 150 fanti.

Fu durante questo periodo che il cenobio fu spogliato di tutte le opere d'arte (molti testi scrivono che erano oltre 500), solo in parte poi recuperate, ad esclusione però del coro ligneo con gli splendidi stalli dei monaci decorati ad intarsio.

il coro ligneo
il coro ligneo

I bravi monaci lo "incatramarono" così bene che i napoleonici lo ritennero di nessun valore e lo lasciarono a Firenze ... poi i bravi Certosini lo ripulirono perfettamente con tutta la pazienza per cui sono conosciuti.

Nel 1866 gli ultimi monaci Certosini dovettero lasciare la Certosa del Galluzzo di Firenze che era diventata proprietà dello Stato Italiano.

Dal 1958 la Certosa del Galluzzo di Firenze è tornata ad essere un luogo di fede, gestito però dai più loquaci monaci Cistercensi.

Chiostro Grande
Chiostro Grande

La Certosa del Galluzzo di Firenze è attualmente gestita dalla Comunità di San Leolino.

Le visite, che sono esclusivamente guidate, vengono fatte dal Martedi al Sabato alle:

10.00 - 11.00 - 15.00 - 17.00 in Estate

10.00 - 11.00 - 15.00 - 16.00 in Inverno

Chiostro Grande
Chiostro Grande

Ogni Domenica c'è la Santa Messa con la celebrazione eucaristica alle ore 11.

Alla Domenica le visite si effettuano solo al pomeriggio con lo stesso schema Estate / Inverno

Per singoli o famiglie non è necessario prenotare, mentre è preferibile prenotare per i gruppi.

La visita è a pagamento al costo di 5,00 € a persona.

A Noi risulta però che la visita si effettua anche se le persone sono poche.

Tenete conto inoltre che durata della visita è di circa un'ora.

Camposanto dei Conversi
Camposanto dei Conversi

Ordine di appartenenza attuale

Cistercense

Fondato/a da

Niccolo Acciaiuoli

Data di fondazione

1341

Possibilità di soggiorno

no

Numero di telefono

0552049226

Numero di fax

0552048617

Indirizzo e-mail

certosadifirenze@gmail.com

Persona da contattare

 

Possibilità di fare foto e/o riprese

no

Utilizzabile per matrimoni

SI - 055 2049226

Ma perchè Certosa?

Il nome deriva dalle caratteristiche costruttive della prima casa dell'Ordine dei Certosini costruita nel 1084 da San Bruno a Chartreuse, sita vicino a Grenoble.

Ed in questa Certosa si trovano sia statue che quadri od affreschi di San Bruno e di San Lorenzo a cui è dedicata la chiesa principale.

Certosa del Galluzzo
Certosa del Galluzzo di Firenze

E come tutte le certose fu costruita, all'epoca, fuori dal centro abitato.

In effetti sono passati oltre 680 anni e solo ora Firenze ha raggiunto il Galluzzo ... e la Certosa è ancora "fuori" tra il Galluzzo e l'autostrada.

Come arrivare

La Certosa del Galluzzo di Firenze si trova a circa un chilometro dall'uscita A1 Firenze Certosa (ora Firenze Impruneta) ed è perfettamente visibile dalla stessa.

Essa è raggiungibile anche proveniendo dalla SS.2 Cassia arrivando da Tavernuzze e seguendo le indicazioni locali.

Dalla stazione ferroviaria Santa Maria Novella a Firenze la Certosa del Galluzzo è raggiungibile tramite la linea di bus n.37 proseguendo poi a piedi.

AugurandoTi una buona visita al sito ... Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com. Qui di seguito alcune offerte last minute per i prossimi due giorni su alcune delle strutture presenti nelle vicinanze della Certosa del Galluzzo

Booking.com