Il tempo passa e l'Eternità si avvicina

abbazie.com

Abbazia di Vallombrosa

Abbazia di Vallombrosa

La casa Madre dei Vallombrosani

La storia dell'Abbazia di Vallombrosa

L'abbazia di Vallombrosa fu fondata nel 1036 il località Acquabella da San Giovanni Gualberto, monaco benedettino di San Miniato a Firenze.

Alla primitiva costruzione in legno seguì nel 1058 la chiesa romanica in pietra dedicata all'Assunta.

Di questa chiesa si perde traccia con i lavori del periodo trecentesco (dal 1215 al 1230), periodo a cui viene fatta risalire la costruzione del campanile.

Abbazia Vallombrosa


La forma attuale è però sostanzialmente quella del seicento - primo settecento.

E' in questo periodo che si realizzano il chiostro grande, la sacrestia, la torre, il refettorio e, quindi (perdonate il gioco di parole), l'abbazia prende la forma della classica abbazia benedettina.

Ma i lavori non si fermano.

Abbazia Vallombrosa


La facciata del monastero attribuita a Gherardo Silvani è del 1637.

Il loggiato di ingresso alla chiesa su realizzato disegno dell'Abate Guglielmo Rasi ed arricchito con la statua di San Giovanni Gualberto e numerosi stemmi Medicei.

Il cancello in ferro è del 1773.

Vallombrosa il cancello


I monaci da Vallombrosa furono allontanati dall'abbazia una prima volta all'epoca degli editti napoleonici nel 1810 ed una seconda volta nel 1866 in ossequio alle regie leggi sulla soppressione degli Ordini religiosi.

Ma i Vallombrosani non si estinsero e nel 1949 ritornarono alla loro casa Madre a Vallombrosa.

Abbazia Vallombrosa



abbazie.com

Tu sei il nostro



visitatore dal 01/05/2002









e per restare in contatto con Noi

Instagram

seguici su Instagram