Il tempo passa e l'Eternità si avvicina

abbazie.com

Eremo e monastero di Fonte Avellana

Fonte Avellana

Il monastero della Santa Croce

La Cappella della Croce

Non è certo quando venne realizzata questa cappella.

C'è chi dice fine '700 (ad esempio il sito ufficiale dei Camaldolesi di Fonte Avellana) c'è chi dice primi '800 (noi) poco prima della realizzazione del coro (1832).

E' invece noto lo scopo per cui fu realizzata: custodire la Stauroteca (la teca che contiene una reliquia della Croce di Cristo) che la Imperatrice Bizantina Elena regalò al figlio Costantino.

Da Costantinopoli la Stauroteca fu, con molte peripezie, trasportata nel convento di San Michele sull'isola di Murano e da qui, dopo la caduta di Venezia nel 1797, al Monastero Camaldolese di San Gregorio al Celio.

Fonte Avellana la Cappella della Croce


Solo nel 1826 la Stauroteca arrivò a Fonte Avellana.

Per questo dubitiamo che la Cappella sia di troppo antecendente a questo arrivo.

Poi, dopo la soppressione degli ordini religiosi post unitaria, la reliquia, nonostante i tentativi di nasconderla fatti dai monaci, giunse alla Galleria Nazionale delle Marche ad Urbino dove tuttora si trova.

Fonte Avellana la Cappella della Croce


A distanza di tanti anni la Stauroteca non c'è più, ma la Cappella viene tuttora chiamata con il nome di Cappella della Croce.

Oggi, in questa piccola Cappella, si custodisce il SS. Sacramento e viene utilizzata come Sala Capitolare.


abbazie.com

Tu sei il nostro



visitatore dal 01/05/2002









e per restare in contatto con Noi

Instagram

seguici su Instagram